Articoli marcati con tag ‘musica’

 

A San Salvatore Telesino dal 7 al 9 dicembre torna l’evento dedicato al prodotto tipico per eccellenza: lo struppolo!

 

 

Festa dello Struppolo

16a edizione

7, 8 e 9 dicembre 2018

San Salvatore Telesino

ingresso libero

 

Giunge alla sedicesima edizione la Festa dello Struppolo, l’evento promosso dalla Pro Loco di San Salvatore Telesino che si svolgerà, come da tradizione, nelle piazze e nei vicoli del centro storico del paese, in una inedita versione invernale.

La Festa, nata allo scopo di celebrare il celebre rustico sansalvatorese, si è evoluta nel corso degli anni fino a diventare punto cardine nella promozione enogastronomica del territorio sannita. Non soltanto lo struppolo, quindi, ma anche l’esaltazione di tutte quelle prelibatezze, dalle ortofrutticole alle casearie, alle enologiche fino alle carni, che da sempre sono coltivate, allevate e prodotte nelle nostre terre. Due di esse, i vanti e il peperone quarantino, sono infatti entrate di diritto, insieme allo struppolo, nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricole e nel menù della Festa!

E per l’edizione 2018 una golosa novità: potrete deliziare il vostro palato con un prodotto tipico ‘in trasferta’ da San Lupo: il fagiolo della Regina!

Protagonista della tre serate della Festa sarà, senza ombra di dubbio, il cibo di strada ma non mancheranno la musica in piazza, il mercatino dell’agricoltura e dell’artigianato, le mostre e le visite guidate alla scoperta del territorio, gli spettacoli per i bambini.

Venite a scoprire la nostra cultura gastronomica fatta di sapori e odori genuini, di tradizione e storie. Non c’è storia più bella e autentica di quella di un vino, di un formaggio o di una particolare preparazione tradizionale raccontata da chi, realizzandola, l’ha fatta nascere.

Chi ama il cibo lo sa bene: non possiamo dire di conoscere alla perfezione un prodotto o un piatto se non lo si è mai assaggiato nel luogo in cui è nato perché ogni sapore, ogni preparazione, nasce dalla natura e dalle caratteristiche uniche ed irripetibili del suo territorio.

 

PROGRAMMA FESTA DELLO STRUPPOLO|7, 8 e 9 dicembre

dalle ore 19.30

Cene in piazza/Enogastronomia

Apertura stand gastronomici in Piazza Nazionale, Piazza Alessandro Telesino, Chiostro della Biblioteca comunale

dalle ore 19.30

Mercatino dell’agricoltura e dell’artigianato/Piazza Nazionale, via Chiesa, Via Plebiscito

 

Musica in strada

7 dicembre ore 21.00

SUDTERRANEA_musica popolare meridionale|Piazza Nazionale

8 dicembre ore 21.00

VINCENZO SALOMONE TRIO_music balkan jazz blues|Piazza Nazionale

MIDNIGHT IN SWING_ manouche swing|Piazza A. Telesino

9 dicembre ore 21.00

ENRICO BERNARDO EXPERIMENT PROJECT_rivisitazioni soul jazz pop internazionale|Piazza Nazionale

EUPHONIA QUARTET_ music bossa blues funky|Piazza A. Telesino

 

La Pro Loco è patrocinata dall’UNPLI e dal Comune di San Salvatore Telesino. Si ringrazia il Comune e la Pro Loco di San Lupo, gli sponsor EuroNatale S.r.L., Ortofrutticola Guarnieri S.r.L., La Vinicola del Titerno, Nicola Di Filippo – Salone sostenibile.

 

Seguiteci su:

> Facebook

– https://www.facebook.com/festadellostruppolo

– https://www.facebook.com/ProLocoSanSalvatoreTelesino

> Twitter: @prosansalvatore – #festadellostruppolo

> Instagram: @festadellostruppolo

 

Jazz e cultura nel cuore del Sannio.

Appuntamento domenica 30 aprile alle ore 19.30 presso l’Abbazia benedettina del S. Salvatore a San Salvatore Telesino (BN).

In occasione della Giornata Internazionale del Jazz, nel cuore del Sannio si terrà American Songbook: il quartetto, composto da Max Ionata – sax tenore, Pietro Lussu – piano, Luca Bulgarelli – contrabbasso, Giovanni Scasciamacchia – batteria, rende omaggio ai grandi compositori e musicisti che hanno fatto la storia del jazz come Duke Ellington, George Gershwin, Lester Young, Sonny Rollins, John Coltrane. I musicisti proporranno brani interpretandoli creativamente, per un viaggio attraverso la storia della musica afro-americana con il suo tipico e originale sound.

Durante l’evento sarà possibile visitare l’Antiquarium, nel quale sono esposti reperti di epoca sannita e romana provenienti dal sito archeologico di Telesia.

Ingresso gratuito.

> Dove: Abbazia benedettina del S. Salvatore, Via Bagni, 82030 – San Salvatore Telesino (Benevento)

> Organizzazione Pro Loco San Salvatore Telesino

> Con la collaborazione del Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO – Regione Campania

> Sponsor: Agriges Srl, La Cascina Di Bacco

 

Info e contatti: 

PRO LOCO SAN SALVATORE TELESINO, via Plebiscito 82030 San Salvatore Telesino (BN)

Tel. 0824.948144 – sansalvatore@unplibenevento.it

 

Seguiteci su Facebook e Twitter!

https://www.facebook.com/events/1268913309830892/

Il 20 e il 27 giugno presso l’Abbazia benedettina di San Salvatore Telesino si svolgerà la V Festa della Musica, un doppio appuntamento per celebrare la musica d’autore, le altre edizioni si sono svolte sempre nel centro telesino ma in altri spazi. Questa festa riprende sin dalle prime edizioni la tradizione della Fete de la Musique, nata in Francia nel 1982 e vuole offrire al pubblico eventi gratuiti che possono essere realizzati in strade, piazze e giardini oppure negli interni di chiese, musei e castelli.

Il 20 giugno si ricorderà Giorgio Gaber e la sua avventura artistica che culminò nello stupefacente spettacolo di cui era protagonista uno strano Signor G. Come ci ricorda Michele Straniero, era “un copione teatrale in cui le canzoni si prolungavano in monologhi di sapida e amara ironia” verso l’assurdità e l’ipocrisia del mondo che ci circondava e, purtroppo, ci avviluppa ancor oggi. Il Signor G., del 1969, ci conduce verso i “Polli di allevamento” del 1978, un’opera che ha ispirato il sodalizio artistico dei fratelli Bellanca che il 20 giugno i esibiranno a San Salvatore. I “due polli di allevamento”, sono degli affermati professionisti che hanno collaborato con i più grandi artisti del panorama musicale italiano degli ultimi trent’anni, da Paolo Conte a Pino Daniele a Francesco De Gregori, il loro intento non è imitare Gaber ma riproporre le sue opere, evidenziandone la lucida ironia ed in particolare, l’attualità del messaggio.

La giornata del 27 sarà dedicata all’arte di Francesco Guccini, “un cantastorie”, come lui ama autodefinirsi, che ha saputo raccontare nelle sue canzoni la condizione umana di quella generazione nata durante le tragedie del secondo conflitto mondiale e che diventò matura negli anni sessanta e settanta. Nel corso della serata sansalvatorese sarà presentato da Donato Zoppo e da Tonino Conte, il volume dedicato a Guccini da Rolando Giannetti, “In cerca d’un porto”. L’autore del testo è un qualificato studioso della musica d’autore, autore di importanti opere teatrali, di saggistica e di narrativa, ha vinto il premio “Domenico Rea” nel 2001 e il premio “Via Francigena” nel 2010