Nel primo weekend di settembre nelle piazze e nei vicoli del centro storico di San Salvatore Telesino torna la Festa dello Struppolo. Giunta alla X edizione, più che un evento è diventata un rito all’insegna della riscoperta dei sapori autentici della cucina tradizionale locale, che ha come protagonista indiscusso lo struppolo. Accanto a questo rustico tipico sansalvatorese non mancheranno varietà di salumi e formaggi, contorni di ortaggi, carni selezionate, primi piatti tradizionali e dolci di produzione artigianale.

La neoletta Pro Loco promuove l’evento mostrando attenzione per le ormai consolidate tematiche della Filiera corta e della Festa Bio- compatibile e introducendo molte novità nel menù per permettere ai visitatori di scoprire la straordinaria ricchezza della cucina autoctona e per soddisfare anche i palati più sofisticati. All’appuntamento gastronomico si affiancano il mercatino dell’agricoltura e dell’artigianato, opportunità di promozione per le aziende del territorio e per i maestri della manualità e della creatività, la Scuola dello Struppolo, le degustazioni, le prove di abbinamento, le installazioni artistiche, i concerti, le visite guidate e il teatro dei burattini per i più piccoli. Insomma la Festa dello Struppolo è un evento imperdibile!

Un Commento a “FESTA DELLO STRUPPOLO 2012 – X EDIZIONE”

  • antonio:

    Gentile Presidente,
    leggo con piacere dello svolgimento della festa dello struppolo a cavallo tra agosto-settembre.
    Non sapevo di questa “festa” e l’ho scoperta solamente qualche anno fa. Quest’anno spero di esserci e ri-assaggiare “dal vivo” questo piacevole rustico che oltre ad essere gustoso, mi ricorda dei piacevoli trascorsi che mi sono indelebili nella mia memoria.
    Le rubo pochi minuti ma, ci tengo ad informarla di questa “storia”.
    Mia madre Angela BARBATO era di San Salvatore e vivevamo fino a 40 anni orsono a Telese. Nella ricorrenza del compleanno di mio padre, mia zia Elia, moglie di zio Vincenzino (palazzo nella piazza centrale del paese), era solito mandare gli “struppoli”. Era una festa immensa x mio padre e x noi! Questo rustico ricordo, era “divorato” da noi tutti per la bontà e per il sapore e, per l’amore di mia zia Elia che ci metteva nel farli. Questo “strupplo” pertanto ha x me un particolare ricordo sia di gusto ma, soprattutto, di piacere ed affettuoso ricordo dei miei cari zii e di quello spensierato periodo della mia vita.
    Sono certo che tutta la fatica che Lei e tutto il suo sodalizio mettete per la organizzazione di questa festa Le sarà ripagata dalla grande affluenza di pubblico che parteciperà alle serate.
    Grato per l’attenzione, auguro di cuore i migliori auguri di successo.
    Antonio DI PIETRO

Lascia un Commento