Il 20 e il 27 giugno presso l’Abbazia benedettina di San Salvatore Telesino si svolgerà la V Festa della Musica, un doppio appuntamento per celebrare la musica d’autore, le altre edizioni si sono svolte sempre nel centro telesino ma in altri spazi. Questa festa riprende sin dalle prime edizioni la tradizione della Fete de la Musique, nata in Francia nel 1982 e vuole offrire al pubblico eventi gratuiti che possono essere realizzati in strade, piazze e giardini oppure negli interni di chiese, musei e castelli.

Il 20 giugno si ricorderà Giorgio Gaber e la sua avventura artistica che culminò nello stupefacente spettacolo di cui era protagonista uno strano Signor G. Come ci ricorda Michele Straniero, era “un copione teatrale in cui le canzoni si prolungavano in monologhi di sapida e amara ironia” verso l’assurdità e l’ipocrisia del mondo che ci circondava e, purtroppo, ci avviluppa ancor oggi. Il Signor G., del 1969, ci conduce verso i “Polli di allevamento” del 1978, un’opera che ha ispirato il sodalizio artistico dei fratelli Bellanca che il 20 giugno i esibiranno a San Salvatore. I “due polli di allevamento”, sono degli affermati professionisti che hanno collaborato con i più grandi artisti del panorama musicale italiano degli ultimi trent’anni, da Paolo Conte a Pino Daniele a Francesco De Gregori, il loro intento non è imitare Gaber ma riproporre le sue opere, evidenziandone la lucida ironia ed in particolare, l’attualità del messaggio.

La giornata del 27 sarà dedicata all’arte di Francesco Guccini, “un cantastorie”, come lui ama autodefinirsi, che ha saputo raccontare nelle sue canzoni la condizione umana di quella generazione nata durante le tragedie del secondo conflitto mondiale e che diventò matura negli anni sessanta e settanta. Nel corso della serata sansalvatorese sarà presentato da Donato Zoppo e da Tonino Conte, il volume dedicato a Guccini da Rolando Giannetti, “In cerca d’un porto”. L’autore del testo è un qualificato studioso della musica d’autore, autore di importanti opere teatrali, di saggistica e di narrativa, ha vinto il premio “Domenico Rea” nel 2001 e il premio “Via Francigena” nel 2010

Lascia un Commento